Inserbo Conserve BIO | EVOLUZIONE INSERBO 2
16411
page,page-id-16411,page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-6.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.3.5,vc_responsive
EVOLUZIONE INSERBO

1983


Nasce la Conserve Manfuso, azienda di famiglia. Ad agosto dello stesso anno, in un piccolo stabilimento a Sant’Antonio Abate, ha inizio la prima campagna del pomodoro.

2003

Nel mese di agosto, comincia una piccola produzione di pomodoro conservato in vetro, da cui vengono ricavati 536 vasetti di Pomodori pelati e 970 vasetti di Filetti di pomodori.

2007

Il mercato si espande, con la prima esportazione e la vendita in Brasile.
7200 vasetti di Pomodori pelati, 6000 vasetti di Filetti di pomodori e 7200 di Pomodoro pelato da Agricoltura Biologica.

2009

Prende vita il nuovo marchio INSERBO.

2010

È l’anno del restyling: nuova veste grafica, nuovo formato dei vasetti. La rivisitazione di una genuinità antica e tradizionale come il territorio.

2012

La gamma dei prodotti si arricchisce della lavorazione dei Pomodorini di Corbara, racchiusa quell’anno in 2700 vasetti di Pomodorini di Corbara in succo e 720 vasetti di Pomodorini di Corbara al naturale in acqua e sale.

2013

Vengono introdotti i nuovi prodotti biologici al naturale, Pomodori pelati e Filetti di pomodori senza aggiunta di succo né acqua…
…e un’altra celebre eccellenza campana: il pomodorino del Piennolo del Vesuvio DOP.

2014

INSERBO valorizza l’eccellenza del pomodoro campano in alcuni nuovi formati esclusivi: Schiacciati  e al naturale, fatti esclusivamente di pomodoro fresco, senza aggiunta di sale, succo o acqua. Il modo più autentico per assaporare la Schiacciata di Pomodorini del Piennolo del Vesuvio DOP e la Schiacciata di Pomodorini di Corbara.